Hampton Court Palace

Hampton Court Palace è l'antica residenza dell'esuberante re Enrico VIII, il quale lo estese e lo sviluppò dopo averlo acquistato nel 1520.

    normalmente
    27,20 £
    a persona
Hampton Court Palace

Cosa farai

Accedi a Hampton Court Palace con The London Pass®

  • Nessun costo all'ingresso: dovrai solo mostrare il tuo pass.
  • Esplora la casa di uno dei re più stravaganti della storia britannica.
  • Il pass ti garantisce l'accesso a tutte le mostre in corso. Sono disponibili audioguide multimediali.
  • Il pass include uno sconto del 10% nei servizi di ristorazione in loco.

Vantaggi del pass 

I possessori del pass possono usufruire di uno sconto del 10% in tutti i negozi di souvenir dell'Hampton Court Palace e nei servizi di ristorazione in loco (si applicano restrizioni).

Enrico VIII estese e sviluppò questo maestoso palazzo dopo averlo acquistato, negli anni '20 del 1500. Nel corso dei secoli, i molti residenti del palazzo lo hanno abbellito con lussuosi arazzi e dipinti. Circondato da 25 ettari di giardini curati, tra cui il famoso labirinto e il grande vigneto, il palazzo merita assolutamente una visita.

Storia dell'Hampton Court Palace 

Fu il cardinale Wolsey, lord cancelliere di Enrico VIII, a iniziare nel 1514 i lavori dell'Hampton Court Palace, trasformandolo da semplice casa di campagna a un magnifico palazzo sulla riva nord del Tamigi. La sua posizione era importante per consentire all'acqua dolce di fluire in tutto il palazzo, una rarità a quell'epoca. L'ambizione di Wolsey di creare un maestoso edificio dove poter ospitare il re, la corte e i monarchi di tutta Europa ebbe un successo clamoroso, giacché Enrico VIII amava molto il palazzo e finì per acquistarlo come residenza per sé stesso.  

Il re utilizzò il palazzo come simbolo del proprio prestigio, mettendo in mostra il suo potere attraverso sfarzosi banchetti, vita di corte decadente e opere d'arte sontuose. Nel 1530, il palazzo aveva assunto anche la funzione di albergo, teatro e vasto centro ricreativo. Nel XVII secolo, l'Hampton Court Palace fece da cornice alle opere teatrali: difatti, è qui che la compagnia di Shakespeare "King's Men" recitò la prima di "Amleto" e "Macbeth"  per il nuovo re della dinastia Stuart, Giacomo I. Maggiori informazioni sulla storia del palazzo qui. 
 

Punti salienti dell'Hampton Court Palace 

  • Ammira il Great Vine, il vigneto più grande del mondo, piantato nel 1769.
  • Scopri il labirinto di siepi più antico del Regno Unito.
  • Visita le cucine, che vantano il primato di essere le più grandi dell'epoca Tudor.
  • I giardini dell'Hampton Court coprono 24 ettari di vegetazione lussureggiante, parchi e piantagioni. 
  • Un modello della corona originale di Enrico VIII è esposto al Royal Pew.


Curiosità sull'Hampton Court Palace 

  • Secondo una credenza popolare, l'Hampton Court Palace è infestato dalle urla di una donna, che si pensa essere Catherine Howard, mentre il fantasma di Dame Sybil Penn vaga per i Clock Courts.
  • La verità sulla misteriosa scomparsa di Carlo I nell'estate del 1647 è ancora in discussione. Carlo I evase dalla lussuosa prigione dell'Hampton Court, partendo in barca per l'isola di Wight.
  • I giardini dell'Hampton Court vantano in primavera più di 200.000 bulbi in fiore.
  • Nel 1603, la Great Hall, l'ultima e più importante sala medievale dell'Inghilterra, ha fatto da cornice alle rappresentazioni teatrali della compagnia di Shakespeare ‘King’s Men’.
  • Tre delle mura che circondano il campo da tennis risalgono al XVII secolo e uno di questi è l'originale dei tempi del cardinale Wolsey. 

Da non perdere

Visite guidate 
Approfitta delle visite guidate gratuite dell'Hampton Court Palace. Apprendi la storia di questo luogo di riferimento storico ascoltando la tua guida vestita in costume d'epoca, che ti intratterrà con i racconti sul palazzo e gli scandali di corte. Sono disponibili anche audioguide multilingue.

Il grande vigneto
Piantato nel 1769, il vigneto è una presenza storica dell'Hampton Court Palace. Il suo nome originale è "Schiava Grossa", che significa "moscato d'Amburgo". Il vigneto viene coltivato ancora con i metodi vittoriani, che prevedono l'uso di una serra. Le uve sono solitamente mature per la fine di agosto e vendute le prime tre settimane di dicembre (in passato, venivano mandate al Castello di Windsor per la regina Vittoria).  

La corona
Una riproduzione della corona realizzata per Enrico VIII, e indossata da ciascuno dei suoi figli, è esposta per i visitatori al Royal Pew. La corona simboleggia il potere, la monarchia e l'autorità religiosa. L'originale venne fusa nella Torre di Londra a seguito di un decreto emesso da Oliver Cromwell nel 1649. La riproduzione venne realizzata seguendo le descrizioni accurate dei servi di Enrico VIII, i quali dettagliarono la grandezza e la posizione dei 344 rubini, zaffiri, smeraldi, diamanti e perle che adornavano la corona.  

Cappella Reale
La Cappella Reale ospita tutto l'anno servizi tradizionali ed è un capolavoro di architettura religiosa, caratterizzato da un tocco colorato e sfarzoso dello stile Tudor. I monarchi erano soliti sedersi sulla loro panca privata, che è rivolta verso la struttura principale della cappella, e fu qui che, nel 1540, l'arcivescovo Cranmer diede a Enrico VIII la lettera che accusava Catherine Howard di adulterio.

Giardini dell'Hampton Court 
I giardini dell'Hampton Court sono il risultato di un'ammirevole impresa orticola. Il parco comprende una superficie di oltre 300 ettari, mentre il giardino formale copre un'area di 24 ettari. All'interno dei giardini si trovano il grande vigneto, Privy Garden (ispirato al giardino di Guglielmo III, Tiltyard Walls, del 1702) e Home Park (280 ettari di parco con cervi, laghetti e uccelli selvatici). Imperdibile è il labirinto del palazzo, risalente al 1690, composto da quasi un chilometro di tortuosi passaggi tra i tassi alti più di due metri. 

Cucine Tudor 
Le cucine di Enrico VIII all'Hampton Court sono una testimonianza dell'epoca Tudor e le più grandi di quell'epoca. Costruite tra il 1530 e il 1737, le cucine servivano più di 600 persone due volte al giorno, oltre ai banchetti reali. Il lavoro in cucina era sporco e faceva molto caldo: un visitatore arrivato dalla Spagna nel 1554 definì la cucina un "autentico inferno". I cuochi erano spesso distesi accanto al fuoco e bevevano durante le ore di lavoro, visto che avevano accesso a tutta la birra a disposizione. 

Si prega di notare che: il campo da tennis dei giardini è aperto ai visitatori solo in estate. 

Da sapere prima di partire

I possessori del pass non hanno bisogno di prenotare in anticipo per visitare il Palazzo di Hampton Court, ma si prega di essere consapevoli del fatto che nei periodi di maggiore affluenza, potrebbe essere richiesto di aspettare la prossima fascia oraria disponibile.

Per entrare: mostra il tuo pass all'arrivo.

Per entrare: mostra il tuo pass all'arrivo.

Dove sarai

Orari di apertura

Da mercoledì a domenica: 10:00 - 17:30 (ultimo ingresso alle 16:30) tranne nelle seguenti date:

22 maggio - 2 giugno 2024 e 17 luglio - 7 settembre 2024
Tutti i giorni: 10:00 - 17:30 (ultimo ingresso alle 16:30)

27 ottobre - 3 novembre 2024
Tutti i giorni: 10:00 - 16:00 (ultimo ingresso alle 15:00)

6 novembre - 31 dicembre 2024
Da mercoledì a domenica: 10:00 - 16:00 (ultimo ingresso alle 15:00)

Giorni di chiusura e festivi

6, 7 e 8 giugno
8 settembre
13 ottobre
24 - 26 dicembre

Acquista in totale sicurezza

Cancellazione gratuita

Hai cambiato idea? Capita! Avrai 90 giorni dal momento dell'acquisto per richiedere il rimborso di qualsiasi pacchetto di crediti non attivato.

Scopri di più

Hai qualche domanda?

Siamo a tua disposizione! Consulta le nostre domande frequenti o scrivi in chat a uno dei nostri agenti.

Consulta le nostre FAQ

Perché scegliere The London Pass®?

Save More Icon

Risparmia

Con il nostro pacchetto di crediti risparmierai rispetto all'acquisto di biglietti individuali: te lo garantiamo!
Experience More Icon

Scopri

I nostri esperti locali hanno selezionato accuratamente le migliori attrazioni, tour e attività.
Always Easy Icon

No stress

Non ti servirà altro che l'app di Go City. Semplice, no?

In regalo per te uno sconto del 10%!

Registrati alla nostra newsletter e riceverai sconti esclusivi, idee di viaggio e aggiornamenti sulle attrazioni.